PROGRAMMA

 

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)

Sonata per violino e pianoforte n. 34 in la maggiore, K 526

 

Antonin Dvoràk (1841 - 1904)

Sonatina in sol maggiore per violino e pianoforte, op. 100

 

Erich Wolfgang Korngold (1897 – 1957)

Sonata in Sol Maggiore Op. 6

ILYA GRINGOLTS

Vincitore del Concorso Internazionale "Premio Paganini" nel 1998, l’allora sedicenne Ilya Gringolts ricevette anche due premi speciali come più giovane concorrente della storia ad essere arrivato in finale e come migliore interprete dei ’Capricci’ di Paganini. Ilya Gringolts ha studiato violino e composizione alla Scuola di Musica Speciale di San Pietroburgo con Tatiana Liberova e Jeanna Metallidi ed alla Juilliard School di New York con Itzhak Perlman e Dorothy Delay. E’ stato inoltre uno dei dodici giovani artisti selezionati dalla BBC per il New Generation Artists Scheme. Nelle stagioni recenti Ilya Gringolts è stato invitato ad esibirsi con la Chicago Symphony Orchestra/Daniel Barenboim, la Camerata Salzburg, la UBS Verbier Orchestra/Kurt Masur e Mstislav Rostropovich, l’Orchestra Sinfonica della Radio Svedese, la Filarmonica Israeliana/Zubin Mehta, la Filarmonica di San Pietroburgo/Yuri Temirkanov, la Deutsche Symphonie Orchester Berlin, la BBC Philharmonic/Vassily Sinaisky, la Rotterdam Philharmonic/Vladimir Jurowski, la London Philharmonic, la Sinfonica di Atlanta, la Sinfonica della City of Birmingham, la Sinfonica della BBC, la Filarmonica di Varsavia, l’Orchestra da Camera Svedese, l’Orchestra del Minnesota e la Sinfonica della Nuova Zelanda. Ilya Gringolts appare di frequente in recital sulla BBC e si è esibito in sale rinomate quali il Louvre di Parigi, il ’Palais des Beaux Arts’ di Bruxelles e la Wigmore Hall. E’ ospite regolare di festival internazionali quali La Jolla e Verbier, dove ha collaborato con artisti di rilievo, tra cui Bashmet, Levine, Shaham, Kirshbaum, Ax e Andsnes. E’ inoltre apparso al Ravinnia Rising Stars Festival, al Festival di Bergen e al City of London Festival. Ilya Gringolts registra in esclusiva per Deutsche Grammophon e la sua terza registrazione, comprendente Prokofiev e Sibelius, è stata pubblicata nel luglio 2004 ottenendo grande successo. Le sue registrazioni precedenti, sempre per DGG – una con musiche di Bach e l’altra con i Concerti n 1 di Chaikovski e Shostakovich – hanno ricevuto critiche entusiastiche.Ilya Gringolts si esibisce su un Violino Ruggeri, su gentile concessione di Otto Karl Schenk, Berna. Peter Laul è nato a San Pietroburgo ed ha compiuto gli studi presso la Scuola Musicale Superiore del Conservatorio della città, seguendo le classi di Alexander Sandler. Attualmente insegna a sua volta presso la stessa scuola. Nel 1995 ha ricevuto riconoscimenti importanti al Concorso di Brema, per la sua esecuzione di Bach; nel 1997, sempre a Brema, ha ricevuto il primo premio e un premio speciale per la migliore esecuzione di Schubert; nel 2000 ha ricevuto il Primo Premio al Concorso Scriabin di Mosca. Nel 2003, infine, gli è stata riconosciuta la medaglia all’onore "per i successi musicali" dal Ministro della Cultura della Federazione Russa. 

PETER LAUL

Peter Laul ha collaborato come solista con la Filarmonica di San Pietroburgo, l’Orchestra del Teatro Mariinsky, l’Orchestra Sinfonica di Mosca ed altre numerose orchestre russe sotto la guida di direttori quali Maxim Shostakovich, Nikolai Alexeiev e Valery Gergiev. Si è inoltre esibito con la Nordwestdeutsche Philharmonie, le Orchestre di Dessau, Bremenhaven ed Oldenburg e con l’Orchestra ’Les Siècles’ diretta da François-Xavier Roth. In recital, Peter Laul è apparso alla Sala Filarmonica di San Pietroburgo e, a Mosca, al Conservatorio, alla Sala Chaikovsky ed alla nuova International House of Music. In altri paesi è invece apparso all’Auditorium du Louvre, al Théâtre de la Ville, al Théâtre du Châtelet ed al Musée d’Orsay di Parigi, alla Steinway Hall ed al Lincoln Center di New York, al Concertgebouw di Amsterdam, al Die Glocke di Brema, alla Opera City Hall di Tokyo e numerosi festival in Russia, Germania, Francia, Austria, Svizzera, Spagna, Belgio, Ucraina, Estonia, Lettonia, Finlandia, Serbia, Macedonia e Stati Uniti d’America. Le sue esibizioni più recenti sono state per il Festival Serres d’Auteuil di Parigi, la Schubertiade ed il Festival Beethoven di Colmar, il Festival Saint-Riquier, la Sala Filarmonica del Lussemburgo, il Teatro La Monnaie di Bruxelles, il Festival dell’Irlanda del Nord. Nel campo della musica da camera, si è esibito con Marc Coppey, Ilya Gringolts, Graf Mourja, Sergey Levitin, Gary Hoffmann, David Grimal, Laurent Korcia e Tedi Papavrami. In particolare con il violoncellista Marc Coppey ha registrato un CD di Sonate per Violoncello di compositori russi (etichetta Aeon), pubblicato nel gennaio 2006. Nel 2008 invece verrà prodotto un CD con le Sonate per Violoncello di Brahms. Si esibisce anche regolarmente in trio con Graf Mourja e Françoise Groben, con cui ha registrato il ciclo dei Trii di Brahms. Come solista, Peter Laul ha registrato nel 2007 un CD con musiche di Scriabin, sempre per Aeon. Altre registrazioni sono state effettuate in collaborazione con Radio France, Radio Classique, Radio Bremen, Radio Orpheus e la rete televisiva Arte. Nella stagione 2007/08, Peter Laul si è esibito a Budapest ed al Théâtre de la Ville di Parigi con Marc Coppey; nella Sala Filarmonica del Lussemburgo con Graf Mourja e Françoise Groben ed eseguirà il Concerto in sol maggiore di Ravel con la Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Jean-Claude Casadesus.